Skip to main content

In questo articolo forniamo tutte le risposte sulla segnalazione in CRIF: quanto dura e le soluzioni per ottenere la cancellazione.

Segnalazione in CRIF, quanto dura e conseguenze.

Prima di sapere nel dettaglio quanto dura la segnalazione in CRIF come cattivo pagatore, definiamo in modo chiaro la CRIF. Questo acronimo indica la Centrale Rischi Finanziari, ovvero la società che gestisce la banca dati delle segnalazioni di credito che fanno parte del SIC della Eurisc. Quindi:

  • SIC sta per Sistema di Informazioni Creditizie
  • EURISC è il SIC che viene gestito da CRIF

Tutte le volte in cui abbiamo accesso ad un prestito o un finanziamento ci ritroviamo nel SIC della Eurisc. Si tratta di una segnalazione neutra, per così dire, e fino a quando paghiamo regolarmente le nostre rate, la CRIF sarà in grado di dare informazioni positive a tutti gli istituti di credito e a tutte le finanziarie che cercano informazioni sulla nostra storia finanziaria e sulla nostra affidabilità.

Altro discorso è quando ci ritroviamo con diverse rate non pagate. In questa eventualità si danno due scenari:

  • primo ritardo di un finanziamento. La segnalazione appare nel Sistema di Informazioni Creditizie solo se il pagamento è in ritardo per due mesi consecutivi. L’istituto di credito invierà una comunicazione al debitore almeno 15 giorni prima che la segnalazione diventi visibile. Se il ritardo viene regolarizzato immediatamente, l’informazione non sarà inclusa nel SIC di CRIF
  • ritardi successivi al primo. La segnalazione avviene mensilmente. In questo caso, il debitore riceverà una comunicazione che lo informa della segnalazione nel SIC.

Le diverse durate di una segnalazione in CRIF

Posto, quindi, che siamo di fatto segnalati come cattivi pagatori dopo due rate non pagate, possiamo ora vedere quanto può durare una segnalazione in CRIF. Una segnalazione in CRIF, non è permanente e ha una durata massima di 5 anni dopo la scadenza del contratto sottoscritto.

L’inserimento nel registro CRIF avviene solo dopo l’invio di una comunicazione al debitore, concedendogli 15 giorni per regolarizzare la sua posizione e evitare l’inclusione nel registro dei cattivi pagatori. Le informazioni di un cattivo pagatore rimangono nel CRIF per diverse durate a seconda della gravità della morosità:

  • 12 mesi se il ritardo è di una o due rate e il debito viene saldato
  • 24 mesi se le rate non pagate sono 3 o sono più di 3
  • 36 mesi quando si hanno morosità importanti con debiti non saldati una volta che il contratto è scaduto.

Dopo 5 anni dalla data di scadenza del contratto, ricordiamo, il debitore viene automaticamente cancellato dal CRIF, con l’indicazione che la segnalazione è temporanea e non permanente.

In estrema sintesi, la segnalazione in CRIF può durare dai 12 ai 36 mesi, a seconda di quanto sia grave la morosità. Al riguardo, dobbiamo inoltre fare una precisazione: l’unico modo che abbiamo per ottenere la cancellazione di una segnalazione in CRIF è saldare i debiti, quindi pagando le insolvenze.

In che modo, concretamente, cancellare una segnalazione in CRIF?

Quali soluzioni esistono per riuscire a saldare i propri debiti? Negli ultimi anni si è imposta la presenza delle società di riparazione del credito.

Una società di riparazione del credito lavora generalmente seguendo diversi passaggi ben definiti:

  • analisi della situazione finanziaria del cliente, valutando il suo rapporto con i creditori e identificando eventuali problematiche legate al credito
  • sviluppo di un programma personalizzato. Questo programma può includere piani di rimborso personalizzati, negoziazioni di debiti e altri interventi mirati
  • trattativa sul debito con i creditori al fine di ottenere sconti o piani di rimborso più favorevoli per il cliente. Questo potrebbe comportare la riduzione dell’importo del debito o la definizione di nuovi piani di pagamento
  • programma personalizzato, può comportare accantonamenti mensili, dove una somma predeterminata viene messa da parte ogni mese e utilizzata per risolvere i debiti contratti
  • recupero del punteggio di credito: l’obiettivo finale è migliorare il punteggio di credito del cliente. Attraverso il risparmio e la gestione attiva dei debiti, la società mira a consentire al cliente di recuperare il suo status di creditore, specialmente se ci sono segnalazioni negative presso agenzie di credito come la CRIF.

Bravo, società di riparazione del credito

Bravo, società di riparazione del credito attiva da oltre 14 anni, agisce attraverso tutti questi passaggi, arrivando a negoziare fino al 70% di sconto sui debiti contratti da parte del cliente.

Il programma di rientro dal debito che Bravo propone prevede anche un’opportuna educazione finanziaria, attraverso la Bravo Academy, un corso esclusivo per i clienti di Bravo composto da video educativi che hanno come obiettivo la condivisione di buone pratiche finanziarie.

Finora Bravo ha gestito più di 350.000 situazioni debitorie. Prenotare una prima consulenza è il primo passo per sapere se si dispone dei requisiti di accesso al programma di Bravo.