Skip to main content

Un credito può essere definito esigibile quando non è sottoposto ad alcun tipo di vincolo, è privo di termini e può quindi essere riscosso dal creditore. Approfondiamo l’argomento.

Credito esigibile, una definizione

Quando parliamo di credito esigibile ci riferiamo ad un diritto che spetta ad un soggetto, definibile creditore, nei confronti di un debitore. Questo diritto può corrispondere a:

  • ricevere una somma di denaro o un bene, in seguito alla stipula di un contratto
  • una qualsiasi prestazione svolta
  • un obbligo di tipo giuridico, come ad esempio un debito che deve essere
    restituito al creditore.

Affinché un credito sia considerato esigibile, deve comunque soddisfare tre requisiti fondamentali: deve essere certo, liquido ed esigibile. Questi tre requisiti, che approfondiremo a breve, sono essenziali per il creditore, e rappresentano la base giuridica grazie alla quale il credito sia pagato.

In caso contrario, è possibile da parte del creditore avviare un’azione legale nei confronti del debitore, un’ingiunzione di pagamento o un recupero del credito.

Credito liquido, cosa vuol dire?

Con l’espressione credito liquido si indica un importo preciso nel suo ammontare; un importo che il creditore può pretendere.
In un contesto bancario, inoltre, il credito viene definito liquido quando può essere trasformato, su richiesta, in moneta.

Credito certo, cos’è?

Possiamo considerare un credito certo quando esiste un accordo tra creditore e debitore, o comunque una base giuridica riconosciuta, come nel caso di un contratto. Con questa base giuridica viene quindi stabilito l’obbligo del debitore di adempiere all’obbligazione, di restituire quindi la somma dovuta.

La certezza del credito è fondamentale perché consente al creditore di dimostrare che il debito, definibile certo, liquido ed esigibile, è effettivamente dovuto. Un credito può essere considerato certo anche se l’importo dovuto è ancora oggetto di discussione tra le parti, o se il termine di pagamento non è ancora scaduto.

Quando un credito è esigibile?

Un credito diventa esigibile quando è arrivato il momento in cui il debitore è tenuto a effettuare il pagamento o a consegnare il bene dovuto al creditore. In altre parole, l’esigibilità si riferisce alla scadenza dell’obbligazione che intercorre tra debitore e creditore.

Un credito può comunque diventare esigibile per varie ragioni, tra le quali possiamo indicare:

  • la scadenza di un termine stipulato tra le parti
  • la scadenza di un termine legale
  • l’accadere di un evento specifico previsto nel contratto.

Rapporto tra credito certo, liquido ed esigibile e decreto ingiuntivo

Quando il debitore si trova nella situazione di non riuscire a restituire al creditore l’importo dovuto, la legge italiana prevede come strumento il decreto ingiuntivo. Per ottenere un decreto ingiuntivo, il creditore deve appunto dimostrare al giudice che il suo credito è certo, liquido ed esigibile. Se il giudice ritiene che il credito soddisfi questi requisiti, emetterà un decreto ingiuntivo che impone al debitore di adempiere all’obbligazione entro un termine stabilito, sempre a norma di legge.

Il decreto ingiuntivo è quindi uno strumento particolarmente utile per i creditori che devono riscuotere crediti certi, liquidi ed esigibili. Consente infatti di accelerare il processo di recupero del credito, oltre a ridurre i tempi e gli eventuali costi legali.

Cosa fare per gestire il proprio debito?

Tuttavia non è affatto necessario arrivare al recupero del credito, per gestire situazioni di sovraindebitamento. Uno strumento che permette di risolvere simili situazioni è dato da una società di riparazione del credito, come Bravo.

Bravo è in grado di svolgere un’analisi puntuale della situazione finanziaria del cliente. In seconda battuta, costruisce un piano di rientro basato sulle concrete possibilità finanziarie del cliente, e negozia una riduzione del debito con i diversi enti creditori.

L’affidabilità di Bravo deriva dalle oltre 400.000 situazioni debitorie risolte in oltre dieci anni di attività, grazie alle quali i suoi clienti si sono costruiti una seconda possibilità di vita. Iniziata con la prenotazione di una prima consulenza insieme agli esperti di Bravo.